Come vincere la paura dei mercati finanziari

La paura dei mercati finanziari è con ogni probabilità il motivo principale per effetto del quale tantissime persone rinunciano ad investire i loro risparmi.

Queste persone capiscono l’importanza, oserei dire la necessità di investire per battere il potere corrosivo dell’inflazione e far crescere i propri capitali nel tempo, ma allo stesso tempo non trovano il coraggio di partecipare in prima persona al “gioco” perché la paura di perdere li tiene perennemente incollati ai blocchi di partenza.

Proviamo a capire se e come sia possibile vincere la paura dei mercati finanziari.

La paura di perdere

La paura dei mercati finanziari non è altro che il terrore di perdere i propri risparmi, molto spesso frutto di grandi sacrifici durati anni.

È perfettamente comprensibile che chi abbia faticato a lungo e duramente per mettere da parte un gruzzoletto abbia poi paura di perderlo a causa di un crollo dei mercati. E i mercati, lo sappiamo benissimo, ciclicamente crollano: l’ultimo calo vertiginoso occorso nel marzo del 2020 a causa della pandemia è ancora freschissimo nei ricordi di tutti.

Tante persone – decisamente troppe! – hanno perso una parte considerevole dei propri risparmi a causa di quel crollo. Altre, più accorte e preparate, hanno tratto beneficio da quello stesso crollo.

Ciò mi porta a sostenere che il problema non è tanto il crollo in sé, quanto più l’approccio con il quale si fronteggiano tali situazioni di mercato.

Approcciarsi a tali eventi con paura si traduce nel 99% dei casi in cocenti perdite. Al contrario, farlo in modo appropriato, produce dei guadagni cospicui.

Come vincere la paura dei mercati finanziari

La paura dei mercati finanziari è una gigantesca palla al piede che frena moltissime persone dall’investire ed altre dal trarre vantaggio dall’averci provato.

È possibile riuscire a superare la paura di di investire?

Sì.

Come?

Seguendo questi quattro “comandamenti”:

  • Formazione;
  • Approccio di lungo periodo;
  • Piano di accumulo;
  • Coerenza e costanza.

Studiare per vincere la paura dei mercati finanziari

Il primo elemento che ti permette di vincere la paura dei mercati finanziari è la conoscenza. Le cose ignote ci spaventano. Se non sai nulla di come funzionino i mercati finanziari è normale che tu ne abbia timore.

Senza contare i titoloni sensazionalistici spesso utilizzati dai mass media per descrivere dei normali eventi legati alle borse. Mi è capitato molte volte di sentire/leggere di “crollo”, “catastrofe”, “cataclisma” per cali giornalieri del 3%. Per carità, un meno tre percento non si vede tutti i giorni, ma non è certo un disastro di proporzioni bibliche!

Prima di investire il tuo primo euro in borsa, sarebbe cosa buona e giusta che tu ti faccia un minimo di formazione. Che cos’è un’azione, cosa sono le obbligazioni, quale “diavoleria” si cela dietro l’acronimo ETF, ecc.

Dopodiché, è importante che tu conosca un po’ di storia dei mercati finanziari. Questo ti sarà utilissimo per capire che certi eventi – benché come accennato vengano spesso descritti come “clamorosi” – siano abbastanza ripetitivi.

Se i mercati perdono l’alone di mistero che li circonda, diventano una cosa come un’altra e anche la paura ad essi collegata tende a scemare.

Investi con un approccio di lungo periodo

Un altro elemento potentissimo che ti aiuterà a vincere la paura dei mercati finanziari è rappresentato dall’approccio di lungo periodo.

Nel mondo (reale) degli investimenti non esistono gli arricchimenti facili.

Lascia stare tutti i fuffa guru dei social che alla guida di auto sportive (noleggiate per qualche ora) ti svelano il segreto per diventare ricco in poco tempo e senza fare nulla.

Investire è un processo semplice e redditizio, ma richiede tempo! Investire non ha nulla a che vedere con il fare trading (lo dico con il massimo rispetto per chi lo fa, dato che sono tra costoro). L’investitore non ha alcun motivo per guardare l’andamento dei titoli che ha in portafoglio ogni giorno, settimana, mese.

L’arco temporale di un investitore si misura in anni: 5, 10, 20, 30 … tutta la vita. Approcciandoti ai mercati finanziari in questo modo ti permette di vincere la paura perché poco alla volta imparerai che il meno 3% di cui sopra è una roba del tutto irrilevante.

Le oscillazione che i prezzi avranno nel breve periodo ti diventeranno del tutto indifferenti.

Investire un poco alla volta

La paura dei mercati finanziari tende a crescere con l’aumentare delle somme di denaro disponibili all’investimento.

Se hai 100.000 euro su un libretto postale, farai fatica a investirli perché sono oggettivamente un sacco di soldi e di certo non vuoi rischiare di perderli. Ciò anche se hai capito che tenendoli dove sono perderanno potere d’acquisto giorno dopo giorno.

In questo senso è utile (se non decisivo) iniziare ad investire un poco alla volta, ad esempio implementando un piano di accumulo.

Tale approccio produce almeno due conseguenze utilissime a vincere la paura dei mercati finanziari:

  1. ti consente di entrare a mercato con piccole somme e
  2. ti permette di sfruttare le oscillazioni di breve periodo per abbassare il prezzo di carico – ovvero comprare più azioni/ETF quando il mercato scende.

Pensa se avessi finalmente di investire i tuoi 100.000 euro a febbraio del 2020. Il mese successivo avresti subito tutto il crollo dovuto alla pandemia e da investitore alle prime armi te la saresti letteralmente fatta addosso. Ti saresti potuto ritrovare nella condizione di farti vincere dalla paura e vendere tutto accusando una perdita del 30/40/50%!

Se anziché investire tutto il tuo capitale ti fossi limitato a iniziare impegnandone una frazione, probabilmente saresti uscito indenne dal crollo e oggi ti staresti godendo dei bei profitti – visto il recupero che hanno fatto registrare i mercati da allora ad oggi.

Sii coerente e costante

Approcciandosi agli investimenti con una decente base di conoscenza, ragionando su orizzonti temporali sufficientemente ampi e implementando un piano di accumulo è il modo migliore per vincere la paura dei mercati finanziari e veder crescere i propri capitali nel tempo.

Questi tre elementi, tuttavia, rischiano di non servire a niente se non sono accompagnati da coerenza e costanza.

Come detto, per investire con successo ci vuole tempo. Ecco, tu devi avere la costanza di farlo mese dopo mese senza farti influenzare da condizionamenti esterni, e con coerenza, ovvero restando fedele ai tuoi obiettivi ed al tuo piano.

Se hai deciso di investire in un ETF Indice che replica il mercato globale, continua a farlo anche se tuo cugino ti ha parlato di un nuovo, rivoluzionario modo per fare i soldi veri. Continua a farlo anche se i mercati vanno giù per qualche mese di fila. Continua a farlo fino al perseguimento dei tuoi obiettivi.

Formazione, lungo periodo, PAC, costanza … e la paura dei mercati finanziari vola via!


Se questo articolo ti è piaciuto e non vuoi rischiare di perderti i prossimi, iscriviti al blog!!!

.

amazon libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: