Perché i piccoli investitori perdono soldi in borsa?

Perché i piccoli investitori perdono soldi in borsa? La risposta è tanto semplice quanto disarmante: perché fanno l’opposto dei grandi investitori!

La pandemia che ha colpito il mondo intero a inizio anno, come ben sai ha prodotto contraccolpi molto evidenti in tutti i mercati del globo.

Nel giro di poche settimane, tutti i mercati del pianeta hanno subito forti perdite – nell’ordine del 30%/40%. Ciò si è verificato a causa delle sostanziose vendite che molti grandi operatori hanno eseguito a seguito delle misure di lockdown prese da molti governi.

I piccoli risparmiatori, spaventati a morte dal crollo, hanno liquidato parte dei loro portafogli per “salvare il salvabile”.

I piccoli investitori travolti dalla paura

I piccoli investitori perdono soldi in borsa perché troppo spesso lasciano che la paura prenda il sopravvento sulla razionalità.

Le continue notizie di contagi, ricoveri e decessi da una parte e le immancabili previsioni apocalittiche degli “esperti” sul prossimo futuro economico del mondo, hanno letteralmente scatenato il panico in moltissimi piccoli investitori.

Confrontando tali notizie con le perdite accusate dai loro portafogli nel giro di poche settimane, questi piccoli investitori hanno deciso di vendere onde evitare perdite ancora più ingenti. Il risultato è stato che molti hanno sostanzialmente venduto sui minimi.

Perché è così difficile essere razionali durante una crisi?

Domanda più che lecita.

Come mai i piccoli investitori ogni volta ripetono gli stessi errori? Perché continuano a dare troppo credito al “rumore mediatico” e poco ai numeri.

Le crisi fanno parte della vita dei mercati finanziari, sono un evento che ciclicamente si presenta – per le ragioni più varie. I dati storici mostrano in maniera incontrovertibile che i mercati si sono sempre – SEMPRE! – ripresi a seguito dei crolli.

Certo, a volte lo fanno rapidamente ed altre lentamente, a volte occorre qualche anno prima di brindare a nuovi massimi, ma la costante è che si sono sempre ripresi.

Purtroppo, però, per i piccoli investitori perdono soldi in borsa perché tutte le volte considerano quella crisi «diversa dalle altre», e poi «l’economia andrà a rotoli, il mondo non sarà più lo stesso, stavolta i mercati non si riprenderanno».

I grandi investitori e le crisi economiche

Quando il sangue scorre per le strade (e i piccoli investitori sono presi dal panico), i grandi investitori mettono mano al portafoglio e comprano a sconto.

I grandi investitori si mantengono razionali. Durante il crollo dei mercati di febbraio/marzo, i grandi investitori sapevano che le banche centrali sarebbero intervenute a sostegno dell’economia; e sapevano anche che i piccoli investitori avrebbero venduto per “salvare il salvabile”.

Ecco perché loro guadagnano montagne di soldi mentre i piccoli investitori perdono soldi! Questa cosa mi manda fuori di testa.

Se devi comprare una camicia, preferisci pagarla cinquanta o settanta euro (stessa identica camicia)? Ovviamente cinquanta. E allora perché quando si tratta di azioni o ETF fai il contrario?

Perché i piccoli investitori perdono soldi in borsa?

I piccoli investitori perdono soldi in borsa perché comprano alto e vendono basso. Sì, esatto, fanno esattamente il contrario di ciò che il buonsenso suggerirebbe.

Guarda il grafico in basso.

Il grafico (fonte: LMTR.com) mostra l’andamento dello S&P500 e dello Smart Money/Dumb Money Confidence Spread, ossia di un indicatore che mette a confronto il sentiment degli investitori intelligenti con quelli degli investitori stupidi.

Inutile specificare a quale categoria appartiene il 90% dei piccoli investitori…

Ad ogni modo, come vedi, le due linee del grafico sono inversamente correlate. Tutte le volte che il sentiment sale anche i mercati lo faranno, tutte le volte che gli investitori intelligenti sono pessimisti è tempo di prepararsi a vendere.

Comportati come un grande investitore anche se hai pochi soldi

Ho una proposta da farti. Perché non mi aiuti a fare in modo che l’equazione grande investitore = investitore intelligente, e piccolo investitore = investitore stupido non sia più vera?

Dopo il crollo di febbraio/marzo i mercati si sono ripresi alla grande. Moltissimi piccoli investitori (molti di quelli che hanno venduto intorno ai minimi) stanno ricominciando a comprare perché «il peggio è passato».

Il grafico che ti ho mostrato nel paragrafo precedente, però, dice l’esatto contrario. Tutto lascia presagire che nel prossimo futuro ci sarà un calo, non è questo il momento di fare acquisti (soprattutto se hai venduto a marzo, perderesti due volte!).

Individuare il momento migliore per entrare a mercato è una delle cose più difficili in assoluto, ecco perché se sei un piccolo investitore ma non sei stupido, dovresti investire utilizzando la strategia del Dollar Cost Averaging.

I piccoli investitori perdono soldi in borsa perché non leggono questo blog

AHAHAH! Ok, ho un tantino esagerato!

È assolutamente vero, però, che l’educazione finanziaria è l’antidoto più potente contro la “stupidità dell’investitore”.

Conoscere i vantaggi del DCA, per esempio, o l’importanza della diversificazione, o ancora l’esistenza e l’efficacia di strumento quali gli ETF Indice, oltre alla potenza dell’interesse composto e del risparmio, ti mette in una condizione di enorme vantaggio rispetto alla quasi totalità dei piccoli investitori.

Si può essere grandi investitori anche se non si dispone di capitali con sei zeri!


Se questo articolo ti è piaciuto e non vuoi rischiare di perderti i prossimi, iscriviti al blog!!!

.

amazon libri

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: